Gianluca Spina Award for Teaching Excellence and Innovation

Per il secondo anno consecutivo, l’Associazione italiana di Ingegneria Gestionale (AiIG) e l’Associazione Gianluca Spina bandiscono un premio per l’eccellenza e l’innovazione nella didattica in memoria di Gianluca Spina, Professore della School of Management del Politecnico di Milano, e past President AiIG, prematuramente scomparso.

L’obiettivo del premio è sottolineare l’importanza e la centralità dell’attività didattica e promuovere l’impegno e la dedizione alla formazione, come compito primario della comunità dell’Ingegneria Gestionale.

Il premio è rivolto a iniziative di didattica che mostrino tratti di eccellenza e innovazione, capaci di cogliere i trend emergenti nella società, nei giovani, nei processi di apprendimento, spesso conseguenza della pervasività delle tecnologie, in tutti i contesti di vita ed educativi.
Potranno partecipare al premio persone o gruppi di persone, con meno di 15 anni dal conseguimento del Dottorato di Ricerca, che abbiamo sviluppato iniziative innovative e di eccellenza nell’ambito della didattica e della formazione in Ingegneria Gestionale o della formazione manageriale.
Tali iniziative potranno riguardare, a titolo esemplificativo ma non esaustivo:
– Materiali didattici (ad esempio studi di caso con teaching notes, libri di testo, simulazioni, serious game, software, materiale didattico di supporto)
– Metodologie didattiche (ad esempio laboratori didattici, project work, flipped classroom, …)
– Moocs o altri prodotti didattici basati sull’e-learning
– Prodotti didattici innovativi nel formato didattico o nel disegno dei contenuti (Corsi, Master, Formazione Executive, Formazione alla didattica, …)
– Metodi di valutazione dell’apprendimento
– Studi e ricerche sulle modalità di apprendimento dei Millennials e delle generazioni a venire, che contengano indicazioni operative su come modificare gli approcci didattici
– Studi e ricerche che analizzino le competenze necessarie ai manager del futuro e che forniscano indicazioni sui cambiamenti necessari nei contenuti formativi di corsi manageriali e di Ingegneria Gestionale
– Iniziative formative rivolte alla diffusione della cultura manageriale caratterizzate da particolare rilevanza e impatto sociale (ad esempio iniziative riconducibili alla terza missione dell’università, attività formative per i paesi in via di sviluppo, ….)
Per partecipare al premio occorre sottoporre la seguente documentazione (preferibilmente in formato software):
– Scheda descrittiva dell’iniziativa didattica candidata al premio che includa:
o una descrizione sintetica dell’iniziativa, inclusi i principali obiettivi formativi dell’iniziativa
o una illustrazione dei tratti più innovativi e significativi per l’eccellenza dell’iniziativa
o una riflessione sulle motivazioni della maggiore efficacia dell’iniziativa proposta rispetto ad altre iniziative simili
o una sintesi dei principali risultati ottenuti dall’implementazione dell’iniziativa (obiettivi raggiunti, numero di persone formate, grado di soddisfazione, efficacia dell’apprendimento, riconoscimenti ricevuti, ecc.)
– Una selezione di materiali che rappresentino l’iniziativa (ad esempio il materiale stesso nel caso si tratti di materiale didattico, il link al mooc o al software nel caso di materiali digitali, articoli e report pubblicati nel caso di studi e ricerche, ecc.) e i suoi esiti e risultati raggiunti (ad esempio valutazione dei partecipanti al corso, giudizi e review di esperti o terze parti, riconoscimenti ricevuti, etc.)
– Una o più referenze da usare eventualmente come possibile fonte di informazione sull’efficacia e la rilevanza dell’iniziativa candidata
– Un curriculum che descriva l’attività didattica del/i candidato/i
Una Commissione di tre membri, nominata dal Direttivo dell’Associazione italiana di Ingegneria Gestionale in accordo con il Presidente dell’Associazione Gianluca Spina, valuterà i lavori sottomessi sulla base dei seguenti criteri:
– Innovatività ed eccellenza dell’iniziativa
– Efficacia dell’apprendimento dimostrata dall’iniziativa
– Capacità di rispondere ai cambiamenti nei processi di apprendimento delle nuove generazioni
– Attenzione al ruolo sociale della formazione
– Eccellenza del curriculum di didattica del/i candidato/i

La submission dovrà essere fatta entro il 31 Agosto 2018 all’attenzione della Presidenza di AIIG ai seguenti indirizzi:
presidenzaaiig@polimi.it
e/oPresidenza AiIG
Dipartimento di Ingegneria Gestionale
Politecnico di Milano
via Lambruschini 4b
20156 Milano
Il lavoro vincitore del premio sarà presentato in sessione plenaria alla Riunione Scientifica Annuale dell’AiIG (Ottobre 2018) e riceverà un premio di 4.000€, co-finanziato da AiIG e AGLS.
Gianluca Spina
Gianluca Spina (1964-2015) si è laureato a pieni voti in Ingegneria Elettronica nel 1988. Dal 1990 ha insegnato management e business economics in vari programmi del Politecnico di Milano – Ingegneria Gestionale, MBA, Exec MBA e PhD.
Dal 2000 è stato Professore Ordinario di Gestione Aziendale presso il Dipartimento di Ingegneria Gestionale del Politecnico di Milano.
I suoi interessi di ricerca hanno coperto il mondo della produzione industriale, degli acquisti e dei rapporti di filiera, con una focalizzazione sugli aspetti strategici e organizzativi. Su questi temi è stato autore di circa 180 pubblicazioni, tra cui 6 libri e oltre30 articoli in riviste scientifiche internazionali.
E’ stato Presidente dell’Associazione Italiana di Ingegneria Gestionale per il biennio 2011-2013.
Dal 2001 è stato alla guida del MIP, la Business School del Politecnico di Milano, prima come Direttore e dal 2011 nel ruolo di Presidente. In questo ruolo Gianluca Spina ha dato impulso all’internazionalizzazione della scuola, ottenendo la certificazione dell’European Foundation for Management Development e realizzando molte partnership con prestigiose scuole di management in Europa, Asia e America. Sotto la sua guida il MIP è entrato nelle classifiche del Financial Times tra le migliori 100 scuole di management al mondo. E’ membro di varie associazioni scientifiche internazionali ed è stato nominato Fellow dell’European Operations Management Association.
Gianluca ha posto la didattica e la formazione in Ingegneria Gestionale e la formazione manageriale al centro della sua carriera, attribuendole un valore sociale fondamentale, sia per gli individui, sia per lo sviluppo della società. Negli ultimi anni Gianluca si è spesso posto la domanda su quale sarebbe stato il futuro della formazione ed ha stimolato la continua innovazione nelle metodologie, nei contenuti e nei formati didattici. Gianluca ricordava spesso il rischio che “la persona, sollecitata a 360° in tutti i sensi, cerchi meno, si interroghi meno e sistematizzi meno: tutto diventa un’esperienza e meno una ricerca, la fatica di un’elaborazione. Per chi non ha l’abitudine alla ricerca, all’analisi e alla sintesi, questo può diventare un apprendimento passivo”.

Annunci